Stranger Things

Sembra davvero essere diventato innegabile l’aumento repentino di personaggi fumatori nei cast delle varie serie TV. Questo almeno è quanto riporta l’associazione anti-fumo Truth Initiative basandosi su dati resi noti dall’Ufficio del Surgeon General.

Come se non bastasse, tra i maggiori show trasgressori, c’è proprio Stranger Things, serie TV ideata da Matt e Ross Duffer la cui terza stagione è stata rilasciata proprio oggi. Le sigarette, nella seconda stagione, sono state ritratte ben 262 volte, testimoniando un incremento del 44% rispetto alla prima (dove erano state ritratte 182 volte).

A tal proposito Netflix, piattaforma di distribuzione della serie, ha promesso che ridurrà drasticamente tale valore.

Ecco quanto dichiarato in merito da una portavoce:

“Netflix sostiene fortemente l’espressione artistica. Ma riconosciamo anche che il fumo è dannoso, e quando viene ritratto positivamente sullo schermo può influenzare negativamente i giovani”.

Robin Koval, CEO e Presidente di Truth Initiative, ha dichiarato:

“Questi contenuti sono diventati il nuovo spot del tabacco. Stiamo assistendo a una pervasiva riemersione delle immagini del fumo attraverso gli schermi che sta affascinando e normalizzando di nuovo una dipendenza mortale che mette i giovani direttamente nel mirino dell’industria del tabacco”.

Gli altri show con il maggior numero di fumatori sono: The Marvelous Mrs. Maisel (Amazon), Gap Year (Hulu), Once Upon a Time e Modern Family (ABC) e American Horror Story (FX).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.