Netflix ha ufficialmente annunciato la produzione di “Luna Nera“, serie TV italiana incentrata sulla stregoneria del XVII secolo.

Kelly Luegenbiehl, vice presidente Netflix, ha dichiarato:

“Siamo ancora alle primissime fasi, ma sarà focalizzata sui personaggi femminili, cosa che qui [in Italia] è un argomento che non è stato trattato molto. Eravamo alla ricerca di una serie che non avesse nulla a che vedere con temi come la mafia, la politica e la religione. Sarà una nostra interpretazione del XVII secolo. Una drama con riferimenti contemporanei.”

Continua Erik Barmack ha poi proseguito:

“Quello che vogliamo cercare di fare è creare dei contenuti diversi in ogni mercato nazionale. Qui [in Italia] prima vi è stato Suburra, ora ci sarà Juventus, Baby, e poi Luna Nera. Cercheremo di coprire generi diversi.”

Infine, Domenico Procacci, CEO di Fandango, ha concluso:

“La ricchezza di storie, miti e leggende contenute nel nostro Paese ha ispirato romanzi, film e serie TV da tutto il mondo. Luna Nera permetterà questa volta a noi di raccontare questo straordinario immaginario narrativo e visivo, nel tentativo di raggiungere il pubblico mondiale. Ovviamente la scelta di Netflix come partner era più che doverosa: avremo la possibilità di realizzare qualcosa di autentico e spettacolare. Questa è l’inizio di una nuova avventura molto entusiasmante!”

Prima di lasciarvi, vi proponiamo di seguito la sinossi della serie:

Una giovane ragazza è costretta ad allontanarsi dal suo villaggio natio insieme al fratello minore per via delle accuse di stregoneria. Successivamente troverà un gruppo di donne, anch’esse accusate di stregoneria, che le forniranno riparo. La fanciulla quindi si troverà di fronte ad una scelta: un amore impossibile o un destino reale e crudele di un mondo diviso tra ragione e misticismo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.