Durante una recente intervista in merito alla nuova stagione di House of Cards, l’attrice Robin Wright è tornata a parlarci del collega Kevin Spacey che ricordiamo essere stato allontanato dal progetto dopo le accuse di molestie mosse nei suoi riguardi.

Ecco quanto dichiarato:

“Penso che ogni essere umano abbia l’abilità per ritrovare la retta via. [Lui] ha l’abilità di ritrovare la retta via. In tal senso, io credo nelle seconde possibilità, o in qualsiasi modo tu voglia chiamarle – assolutamente. Si chiama crescita.”

La Wright ha poi continuato:

“Mi dispiace per tutti quelli la cui vita è di dominio pubblico. È un incubo, te lo immagini? Facciamo un lavoro, condividiamo [una performance] con i telespettatori. Perché la nostra vita privata deve essere pubblica? Odio quella parte di questo settore. Penso che la vita privata di ognuno debba rimanere privata. Positiva, negativa, neutrale, qualsiasi cosa. Non credo debba essere affare di altre persone. Ma non sto parlando di questo movimento [#MeToo]. Sto parlando dei media. Dell’esposizione. È una sensazione orribile.”

L’attrice ha poi concluso:

“Allungherà la mano non appena sarà pronto [a farlo], ne sono sicura. Penso che è così che debba andare”.

Vi ricordiamo che House of Cards tornerà su Netflix con un’ultima stagione da otto episodi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.