Doctor Strange nel Multiverso della Follia

Sono state diffuse online le prime recensioni internazionali del tanto atteso Doctor Strange nel Multiverso della Follia, pellicola diretta da Sam Raimi con protagonista Benedict Cumberbatch.

Eccone alcune:

The Hollywood Reporter – Anche se insoddisfacente per certi aspetti, il film è abbastanza divertente da farti sperare che si possa aprire un portale per un universo alternativo dove i film dei Marvel Studios spendono più tempo a esplorare i propri punti di forza e meno tempo cercando di farti desiderare altri lungometraggi dei Marvel Studios […] Fortunatamente, l’ultimo atto del film è il migliore. Anche se non è così dark come il titolo lovecraftiano sembra promettere, è a quel punto che utilizza di più la forza di Raimi – è più sciolto, movimentato e occasionalmente sciocco – e propone delle visioni che potrebbero restare impresse nella mente dello spettatore.
Deadline – Il film è valido sotto ogni punto di vista, inclusa la straordinaria partitura musicale di Danny Elfman, e ha un aspetto strepitoso nonostante la schiacciante presenza d’immagine psichedeliche in Computer Grafica. La storia rallenta davvero di rado lungo le due ore abbondanti di durata […] Potete stare sicuri che, nonostante ci sia del gore, un elemento che Raimi sa davvero spingere al suo limite, è un duro PG-13 da gestire e che si ferma un attimo prima di colpire troppo forte lo stomaco delle famiglie.
Variety – Anche se ami qualsiasi cosa che abbia a che fare con Raimi, dalla saga di La casa a Drag me to hell, potrebbe sembrarti un po’ incongruo in un film che, a volte, minaccia di trasformarsi in uno stoico “manuale introduttivo” delle regole d’ingaggio del Marvel Cinematic Universe. Sonnambulismo, il Darkhold, il Libro di Vishanti: quando arrivano i titoli di coda potresti anche aspettarti un quiz sulla cultura pop insieme alle classiche scene extra. È questo il futuro dei film tratti dai fumetti? Speriamo di no. Solo perché hai seguito tutto, non significa che Doctor Strange nel multiverso della follia si guadagna ognuna delle sue elaborate – e talvolta estenuanti – convoluzioni.
Empire – Doctor Strange nel multiverso è rumoroso, frenetico e a volte disordinato, ma non manca mai d’intrattenere. I fan dell’UCM rideranno per i numerosi richiami, i fan di Raimi godranno per il tasso di “raimità”. E sospettiamo che anche gli spettatori meno preparati e più disorientati apprezzeranno il fatto che il film tiene fede al 100% al suo titolo.
Polygon – Il vero eroe nel multiverso della follia non è una persona. Sono le immagini, in particolare quelle che Raimi e il suo team usano per rappresentare quelle abilità magiche in grado d’incasinare la mente e che non obbediscono ad alcun incantesimo in simil-latino di Harry Potter. Se da una parte col primo film Scott Derrickson indulgeva in mondi caleidoscopici e paesaggi in stile Inception, Doctor Strange 2 effettua una trasformazione completa diventando La casa degli orrori di Sam Raimi.
USA Today – l film non farà venire nessun incubo ai fan più giovani degli Avengers, ma questa fantasia dark horror si spinge in ogni caso in luoghi visivamente oscuri conditi da delizie alquanto sinistre che compaiono in mezzo alle cose che sono più abituali in un progetto dei Marvel Studios. Doctor Strange 2 eredità il testimone del multiverso dall’eccellente Spider-Man: No Way Home anche se devia più volte dalla sua linea narrativa più forte per i richiami e gli accenni al futuro.

Ecco la sinossi ufficiale:

Ora che Iron Man e Captain America ci hanno lasciato dopo una feroce battaglia in Avengers: Endgame, l’ormai ex neurochirurgo, nonché mago più forte di tutti, Doctor Strange, deve svolgere ruolo attivo come figura centrale degli Avengers. Tuttavia, usando la sua magia per manipolare il tempo e lo spazio a piacimento con un incantesimo proibito considerato come il più pericoloso di sempre, ha aperto le porte a una misteriosa follia chiamata Multiverso. Per ripristinare un mondo in cui tutto sta cambiando, Strange chiede aiuto al suo alleato Wong, il nuovo Stregone Supremo ed alla potente Scarlet Witch, Wanda. Ma una terribile minaccia incombe sull’umanità e sull’intero universo e non può essere affrontato solo dal loro potere.. Ancora più sorprendentemente, la grande minaccia nell’universo somiglia proprio a Doctor Strange…
Il regista Sam Raimi, con la sua visione unica del mondo narrativo, catturerà ed affascinerà il mondo intero con una scala travolgente ed un’esperienza visiva senza precedenti che trascenderà il tempo e lo spazio!

Nel cast troveremo anche Elizabeth OlsenBenedict WongRachel McAdams e Chiwetel Ejiofor.

Il film arriverà nelle sale italiane il 4 maggio 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.