Siamo ormai ad un mese di distanza dall’inizio della distribuzione nelle sale italiane di Deadpool 2, prevista per il 15 maggio. La pellicola, che vedrà alla regia David Leitch, sarà la prima ad introdurre la X-Force, un gruppo di supereroi di cui il mercenario chiacchierone è parte integrante, che ci permetterà di vedere il personaggio in un ambienta a lui poco noto, il lavoro di squadra.

Intervistato nelle scorse settimane il regista si è soffermato molto sul concetto di “team work” che, visto il profilo di Deadpool portato su schermo nel primo lungometraggio, non sembra appartenere alle sue corde.

Ecco quanto dichiarato da Leitch:

“In realtà non intende essere uno che “gioca in squadra”. A fine giornata, ciò che gli importa veramente è l’idea di essere una persona migliore e di aver fatto la cosa giusta. Spesso si accorge di avere dei difetti, come tutti noi.”

Non bisogna dimenticare che la X-Force approda per la prima volta sul grande schermo e che la sua rappresentazione non è affatto semplice.

Il regista ha poi proseguito:

“Poter costruire un team nel stile classico degli action movie è un’ottima opportunità narrativa in termini di conflitto.”

Non ci resta dunque che attendere le prossime settimane per scoprire se la fiducia e l’attesa data alla produzione sono state ben riposte.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.