Attenzione: l’articolo contiene spoiler su Avengers: Endagame!

 

In una recente intervista rilasciata a Comicbook, Joe Russo, co-regista dell’acclamato Avengers: Endgame, ha voluto fare chiarezza in merito alla questione multiverso e viaggi nel tempo presenti nella pellicola di casa Marvel.

Il regista, prendendo come esempio la conversazione tra Bruce Banner e l’Antico, ha cercato di spiegare le conseguenze dei viaggi temporali:

“Se prestate attenzione a quello che dicono i personaggi, ognuno parla dal proprio punto di vista. Banner è un uomo di scienza e quando spiega a tutti in quella stanza perché i film siano sbagliati, lo fa dal punto di vista della fisica quantistica. Sostiene che se lasciate il presente per andare nel passato, quel presente diventa il vostro passato. È già successo, perciò non lo si può cambiare influenzando il passato. Ne deriva che si crea un nuovo futuro tornando nel passato. Ecco perché loro viaggiano nel passato, tornano nel presente e poi provvedono a sistemare le cose da lì in poi, perché non possono alterarlo andando indietro. Perciò, per necessità e per logica, se resti nel passato crei una linea temporale alternativa.”

Come se non bastasse, ha poi aggiunto:

“L’Antico spiega il suo punto di vista, ovvero che se togli una gemma, crei una realtà alternativa, da cui nasce una questione interessante e filosofica. Lei dice a Bruce Banner che [se togli una gemma] hai la responsabilità morale di tornare indietro e salvare le persone che potrebbero morire in questa realtà, perché le gemme sono speciali e possono cancellare quelle ramificazioni, che è quello che fa Steve alla fine del film”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.