Samuel L. Jackson Coronavirus

Anche Samuel L. Jackson è intervenuto sulla questione Coronavirus ma, esattamente come nel suo stile, lo ha fatto in maniera del tutto singolare.

L’attore infatti ha recitato una poesia sul coronavirus con lo scopo di intimare le persone a rimanere nelle loro case.

La poesia recita:

“Statevene a casa, ca**o! Il rona si sta diffondendo, questa me**a non è uno scherzo. Non è il momento di lavorare o mettersi in fila.
Il modo in cui potete combatterlo è semplice amici miei, semplicemente statevene a casa, ca**o.
Ora, tecnicamente non sono un dottore, ma brutti bastardi ascoltate quando leggo una poesia.
Quindi eccomi qui, Samuel maledetto Jackson, che vi imploro di tenere le vostre chiappe a casa.
Se volete che le cose tornino alla normalità non andate nel panico, utilizzate casa vostra. Lavatevi le mani, smettetela di toccarvi la faccia e statevene a casa, ca**o.
Brutti bastardi, non è il momento di rischiare. Guardatevi intorno, non siete in un casinò. Statevene a casa, ca**o, come se vi chiamaste Trintin Quarantino.
Certo, potete ancora vedere i vostri amici. Utilizzate quella maledetta app sul vostro cellulare.
Ma a meno che non abbiate finito il cibo, per favore, statevene a casa, ca**o.
Grazie per fare la vostra parte per abbassare la curva, perché quella bastarda sta ancora impennando. E ora che siete a casa, per favore andate a dormire, ca**o!

#STF@H

Just in case you missed it on @jimmykimmellive, here it is in raw, uncut form for easy listening: “Stay the F*ck at Home.” Let’s all do our part to keep everyone safe and healthy! #STF@H @jimmykimmel @adammansbach @feedingamerica

Pubblicato da Samuel L. Jackson su Giovedì 2 aprile 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.