Lo scorso agosto è stato aperto nella città di Chicago un temporary bar a tema Stranger Things. Il locale, dal nome The Upside Down, ha avuto talmente tanto successo che i proprietari avevano pensato bene di rimandare la chiusura al 27 ottobre, giorno di lancio della seconda stagione della serie.

Proprio per questo motivo Netflix ha deciso di intervenire con la solita classe ed ironia che la contraddistingue. Il colosso di streaming ha pensato bene di non denunciare i gestori ma di invitarli, con una lettere molto ironica, a rispettare la data di chiusura prefissata:

“Danny e Doug, il mio walkie talkie è rotto, quindi devo mandarvi questo appunto. Ho sentito che avete lanciato un bar di Stranger Things a Logan Square. Guardate, non vorrei pensaste che io sia un rovinatutto, e adoro il fatto che amiate così tanto la serie. (e aspettate di vedere la seconda stagione!) Ma a meno che io non viva nel Sottosopra, non credo sia stato fatto un accordo per aprire questo locale temporaneo. Siete dei tipi creativi, quindi sono sicuro che apprezziate il fatto che sia importante per noi dire la nostra quando i fan incontrano i mondi che costruiamo” La lettera prosegue: “Non lanceremo la modalità Dr. Brenner contro di voi, ma vi chiediamo per favore: 1) di non estendere l’apertura del locale oltre le sei settimane previste inizialmente, 2) di contattarci per chiedere il permesso nel caso vogliate fare qualcosa di simile in futuro. […] Amiamo i nostri fan più di ogni alta cosa, ma dovreste sapere che il Demogorgone non perdona sempre. Quindi per favore non fateci chiamare la mamma.”

I proprietari hanno apprezzato molto la cosa e, ovviamente, sono più che intenzionati a rispettare gli accordi presi. Ecco, di seguito, un video che ci mostra il tanto discusso locale:

LASCIA UN COMMENTO