Qualche settimane fa vi avevamo informati riguardo il cambio di regia avvenuto in Justice League. Zack Snyder ha infatti deciso, a causa di problemi familiari, di lasciare le redini del film a Joss Whedon.

A tal proposito, durante un’intervista rilasciata ad Entertainment Weekly, Ben Affleck ha deciso di raccontare la sua esperienza nel lavorare alla stessa pellicola ma con due registi differenti:

“È un processo poco ortodosso. Zack ha dovuto affrontare una tragedia in famiglia, e ha dovuto lasciare, il che è stato orribile. Per il film, la persona migliore che avremmo mai potuto immaginare era Joss Whedon. Siamo stati fortunatissimi. Il risultato sarà l’interessante prodotto di due registi, entrambi con la loro visione (che è unica), ed entrambi con un approccio molto forte. Non ho mai avuto un’esperienza simile prima d’ora, nel fare un film. Devo dire che adoro lavorare con Zack… e mi piace molto ciò che abbiamo fatto con Joss”.

Sembrerebbe quindi, stando alle parole dell’attore, che Whedon non si sia limitato a terminare il film, ma ha voluto aggiungere alla pellicola la propria impronta:

“Non ho mai lavorato a un film che non avesse riprese aggiuntive. Per Argo ci furono riprese aggiuntive di dieci giorni, quattro giorni per Gone Baby Gone! È il momento giusto per lavorare con la DC. Stanno trovando la strada giusta, lo stanno facendo bene. L’impressione è che inizi davvero a funzionare tutto”.

Prima di lasciarvi ne approfittiamo per ricordarvi che Justice League arriverà nelle sale il 23 novembre 2017.

LASCIA UN COMMENTO