Esattamente il prossimo 25 maggio, approderà nelle sale Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar, quinto capitolo della saga con protagonista l’eccentrico Jack Sparrow interpretato dall’altrettanto fuori dagli schermi, Johnny Depp.

A tal proposito, una fonte interna alla rivista The Hollywood Reporter, ha rilasciato alcune informazioni su quanto fosse diventato difficile lavorare con Depp proprio per questo quinto capitolo di casa Disney. Sembra si fosse creato un clima insopportabile a causa dei continui litigi della star del film con la sua ormai ex moglie Amber Heard e di clamorosi e costanti ritardi che lasciavano l’intera troupe in attesa del suo arrivo per ore ed ore.

Ecco quanto dichiarato da questa fonte segreta del magazine:

“Johnny Depp non è una persona mattiniera. Quando si svegliava, accendeva la luce, e in quello stesso momento telefonavano al line producer, che allora avrebbe chiamato i registi (Joachim Ronning and Espen Sandberg). “Si è alzato! Si sta preparando!”. Usavano pure dei codici speciali, tipo “L’aquila è atterrata”. Johnny non sapeva nulla di questa cosa”.

Tuttavia, per quanto lasciasse a desiderare sul fattore professionalità, una volta che Depp arrivava sul set, si calava nei panni del suo Capitan Jack Sparrow e si trasformava nello straordinario attore che è, mettendo, come sempre, il massimo impegno in ciò che faceva.

LASCIA UN COMMENTO