Con l’uscita nelle sale di IT, pellicola horror diretta da Andrés Muschietti e tratta dall’omonimo romanzo del maestro del brivido Stephen King, non potevano che impazzare sul web tante nuove ed interessanti teorie in merito.

Una tra tutte sembra aver preso maggiormente piede, la quale collegherebbe due elementi creati dal maestro: il clown Pennywise (interpretato nel film di Muschietti da Bill Skarsgård) e l’Overlook Hotel di Shining. L’anello di congiunzione sarebbe la famosa “luccicanza“.

Un collegamento immediato è costituito dal personaggio di Dick Hallorann, che in Shining ha la funzione di cuoco all’Overlook Hotel, mentre in IT appare come un eroe durante un incendio, nonché salvatore del padre di Mike Hanlon grazie ai suoi poteri di chiaroveggenza.

La “luccicanza”, di cui sono in possesso il cuoco di Shining ed il piccolo Danny Torrance, sarebbe una fattispecie di telepatia. Secondo tale teoria, infatti, sarebbero in possesso di tale dono anche i membri della Banda dei Perdenti motivo per il quale sembrano essere gli unici a non soccombere al terrificante clown. Il comune denominatore che permetterebbe di sviluppare tale capacità è l’aver subito degli abusi, soprattutto, all’interno del contesto familiare.

Se tale ipotesi dovesse risultare veritiera, anche Pennywise l’Overlock Hotel troverebbero una connessione dal momento che, stando a quanto espresso da questo principio, IT sarebbe la causa della follia distruttiva di Jack Torrance, protagonista di Shining, interpretato abilmente da Jack Nicholson. La cosa sarebbe abbastanza plausibile, sappiamo infatti che Pennywise non nasce come clown, bensì ne prende le sembianze per attrarre i bambini: in realtà è pura energia malvagia che cerca di manipolare le persone e le loro volontà, una perfetta dicotomia, quindi, con l’elemento benefico della “luccicanza”.

Ovviamente vi invitiamo a prendere quest’ipotesi con le pinze visto e considerato che, ad oggi, non abbiamo avuto alcuna smentita o conferma da parte dello stesso autore delle due opere.

LASCIA UN COMMENTO