Durante una puntata del Norm Macdonald Live, Jim Carrey si è ritrovato a parlare di Batman Forever e del difficile rapporto che ebbe con Tommy Lee Jones sul set del film diretto da Joel Schumacher. I due, ricordiamo, interpretavano rispettivamente i villain l’Enigmista e Due Facce.

Ecco quanto dichiarato da Carrey:

“Io ero la star, ed era questo il problema. Ma lui è un attore fenomenale, mi piace ancora.”

Come se non bastasse, l’attore racconta di un episodio di profonda tensione con il collega. Prima che girassero una delle scene più importanti che li vedeva insieme sul grande schermo, i due si ritrovarono nello stesso ristorante:

“Il proprietario disse “Oh, ho sentito che sta lavorando con Tommy Lee Jones, lui è seduto lì accanto all’angolo, è a cena”. Io mi sono avvicinato e ho detto “Hey Tommy come va?” e a lui andò quasi il sangue alla testa. Sì alzò e venne ad abbracciarmi, e quando fummo vicini mi disse “Io ti detesto, davvero, tu non mi piaci”. Io gli dissi “Qual’è il problema?” e presi una sedia, una mossa che forse non fu molto astuta. Lui mi disse “Non approvo neanche un po’ il tuo modo di fare il buffone”.

Macdonald ha quindi ipotizzato che l’atteggiamento di Jones fosse causato dalla rapida ascesa di Jim Carrey a superstar:

“Credo che si sentisse profondamente a disagio per ciò che stava facendo. [Quel film] non era per niente nel suo stile.”

LASCIA UN COMMENTO